Modifiche al Partner Visa: Solo per Visti Sottoclasse 309

I dettagli del disegno di legge “Migration Amendment (Common Sense Partner Visa) Act 2020” anticipato dal deputato Julian Hill sono stati rilasciati oggi, il quale obiettivo proponeva modifiche al programma di partner visa per evitare l’attività offshore obbligatoria a causa della pandemia COVID19 – la sottoclasse 309 temporary partner visa, e modifica la legislazione per consentire il rilascio di tale visto indipendentemente dal fatto che il richiedente sia in Australia o fuori dal territorio australiano.

Attualmente i richiedenti di questo visto devono essere fuori dall’Australia al momento della concessione del visto. Questo pero’, non verrebbe esteso ad altri visti applicati onshore (in Australia) tra cui potenziale matrimonio (sottoclasse 300), Adozione (sottoclasse 102), figlio (sottoclasse 101) figlio a carico (sottoclasse 445) che il Dipartimento degli Affari Interni ha indicato, in una dichiarazione sul suo sito web, che saranno modificati nel 2021 per consentire il rilascio del visto se applicato all’interno dell’Australia:

“E’ previsto che le modifiche saranno attuate all’inizio del 2021 che consentirebbero ad alcuni visti familiari, che sono stati richiesti al di fuori dell’Australia, di essere concessi mentre il richiedente del visto è in Australia. Questa concessione temporanea sarà rivolta alle persone che si trovano in Australia e non sono in grado di viaggiare all’estero per ottenere il visto a causa del COVID-19 e della relativa chiusura delle frontiere.” (DHA Website Statement)

Una questione correlata riguarda i richiedenti offshore (fuori dall’Australia) e titolari di visto sottoclasse 300 Propsective Marriage Visa (PMV) che rimangono preoccupati che, come fidanzati di cittadini australiani non hanno diritto automaticamente ad un’esenzione dal divieto di viaggio in Australia, qualsiasi speranza di entrare in Australia con un PMV al momento deve aspettare.

“Non classificare ancora fidanzati di cittadini australiani e residenti permanenti come meritevoli di queste esenzioni di viaggio in arrivo che significhera’ scegliere altre più plausibili possibilita’ di ingresso come la sottoclasse 188 business e innovazione per le esenzioni automatiche di viaggio per tutti i titolari, sembra progettato per premiare i ricchi a spese di coloro che sono già in molti casi considerati membri delle famiglie degli australiani,” Ha detto l’avvocato dell’immigrazione Mark Northam.

Il programma australiano dei visti partner è destinato a subire i cambiamenti più sostanziali nel 2021 quando, secondo gli annunci del governo in collaborazione con il bilancio, i requisiti per questi visti saranno modificati per includere un test di inglese e la suddivisione della domanda di sponsor e la domanda di visto, creare uno scenario in cui uno sponsor deve prima richiedere una richiesta di sponsorizzazione prima che un richiedente possa richiedere un visto partner e ricevere un visto bridging che consenta al richiedente di rimanere in Australia da quel momento fino a quando non viene deciso per il visto partner.

L’attuazione di tali modifiche è prevista per il 2021, tuttavia non sono state comunicate informazioni specifiche su quando nel 2021 tali modifiche saranno apportate, continuando il dubbio e l’incertezza riguardo a questi cambiamenti che esiste da quando parti della legislazione abilitante per le modifiche sono state approvate nel 2017.

 Avv. Alessia Comandini (MARN 1684766)


Contatta il Team

Se sei interessato a saperne di più in materia, non esitare a contattare il nostro team chiamando il numero 0499600707 o mandando un’email a comandinimigration@gmail.com.


Leggi Anche:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *